Una delle cause più comuni di sovrappeso, che a volte porta anche all’obesità patologica, è l’appetito eccessivo, il senso di fame costante, a volte anche incontrollabile. La conseguenza di questo stato di cose diventa un forte aumento di peso, e la più importante in questo momento è la corretta diagnosi del nostro cibo, che può significare anche gravi condizioni mediche. Una visita ad almeno un dietista, o talvolta anche ad un medico, che il più delle volte ordina un esame completo, non sarà possibile senza una visita.

Appetito o fame – cosa c’è esattamente che non va in noi?

Per la maggior parte di noi le parole appetito e fame sono le stesse e di solito non ci rendiamo conto delle differenze significative tra loro, il fatto che sono in realtà due stati diametralmente diversi del nostro corpo. La fame, nota anche come fame, si verifica quando mancano importanti sostanze nutritive, soprattutto carboidrati, proteine e grassi, ma quando le forniamo nella quantità richiesta, la sensazione scompare quasi immediatamente. E ‘relativamente facile notare i suoi sintomi, e le più caratteristiche sono:

  • non c’è bisogno di soddisfarla immediatamente, anche se possono essere necessarie molte ore e, in casi estremi, giorni;
  • un accumulo graduale;
  • sintomi fisici, sensazione di “succhiare” nello stomaco, dolore nella cavità addominale, sensazione di ansia e irritabilità.

L’appetito, d’altra parte, può essere tranquillamente descritto come un desiderio, che è spesso causato dallo stato d’animo, si verifica ad esempio in momenti di nervosismo o sotto l’influenza di forte stress. Il più delle volte si traduce in un’alimentazione incontrollata, anche in stati di alimentazione compulsiva, cioè la costrizione interna a consumare grandi quantità di cibo, che purtroppo è il modo più semplice per ingrassare rapidamente. I sintomi qui sono completamente diversi:

  • mancanza di senso di sazietà anche dopo aver mangiato un pasto eccezionalmente ricco e ad alto contenuto calorico;
  • sensazione costante di fame, che appare all’improvviso, ad esempio sotto l’influenza di stimoli olfattivi, e non cede fino a quando non si mangia qualcosa;
  • sentirsi in colpa subito dopo aver mangiato.

Cibo eccessivo – conseguenze per la salute

Indipendentemente da ciò che causa il nostro cibo, la fame o l’appetito incontrollabile, entrambi questi stati, senza alcun controllo su di essi, hanno gravi conseguenze per la salute. Contrariamente alle apparenze, questo non è solo uno strato crescente di grasso sull’addome o sui fianchi, ma anche un aumento di peso corporeo avrà un impatto negativo su tutto il corpo. La prima cosa che dovremmo fare è diagnosticare correttamente la causa, che, come ho detto, può essere dovuta a condizioni mediche non riconosciute, e il corpo ci sta dando segnali di avvertimento in questo modo specifico. I motivi per cui abbiamo questo proverbiale appetito lupo può essere molti e vale la pena di prestare attenzione, tra le altre cose:

  • livelli di glucosio nel sangue e malattie correlate come il diabete. La carenza di insulina provoca un insufficiente apporto di glucosio alle cellule, che, se denutrito continuamente, provoca una crescente sensazione di fame;
  • il livello di ormoni, come la leptina, secreti dalle cellule adipose, informando così il sistema nervoso sulla nostra massa corporea. La carenza di leptina viene immediatamente fraintesa come una sensazione di fame ed è un incentivo a mangiare di più;
  • malattie della tiroide, in particolare il suo ipotiroidismo, che causa gravi problemi metabolici. In una situazione del genere, sentiamo semplicemente una fame costante, e soddisfarla ci porta ad aumentare l’obesità;
  • riposo adeguato, in particolare il sonno quotidiano standard raccomandato. Il continuo addormentarsi disturba anche la corretta secrezione degli ormoni responsabili dell’appetito e del senso di sazietà;
  • parassiti, più comunemente presenti nel tratto gastrointestinale, che si nutrono principalmente di carboidrati e causano un aumento della domanda di dolciumi.

Come ridurre l’appetito – metodi domestici collaudati

La comparsa di uno qualsiasi dei sintomi di cui sopra dovrebbe costringerci ad agire immediatamente, e la prima cosa da fare è usare metodi comprovati, fatti in casa, in modo da poter gestire rapidamente un’alimentazione sfrenata:

  • La cosa più importante è la pausa regolare tra i pasti, almeno 4-5 ore, che deve essere rigorosamente osservata. Mangiare in tali intervalli di tempo non permette la comparsa di una sensazione di fame forte, che finisce con il mangiare troppo, troppo, troppo, troppo cibo digeribile. Mangiare piccole quantità, masticando accuratamente ogni morso ed eliminare dalla dieta non solo ciò che non è salutare e ad alto contenuto calorico, ma anche spezie e sale in eccesso, aumentando significativamente l’appetito. Al posto della crema grassa, è meglio usare yogurt leggero, evitare le carni fritte e sostituire quelle rosse con il pollame. Altri prodotti che aumentano l’appetito sono i dolci, le torte e i dolci, che forniscono solo calorie vuote e senza valore. Si raccomanda inoltre di bere molti liquidi, tra cui acqua pulita, minerale e liscia, che riempie anche lo stomaco ed elimina le tossine pericolose;
  • Un’altra cosa che vale la pena ricordare è la colazione, un pasto che ci dà energia per la maggior parte della giornata, e spesso trascurato a causa della costante mancanza di tempo. Mangiare un pasto prezioso ed equilibrato al mattino con la giusta quantità di carboidrati, proteine e grassi vi aiuterà a controllare meglio il vostro peso e a ridurre il rischio di mangiare durante la giornata;
  • fornire all’organismo preziose sostanze nutritive, le più importanti delle quali sono le fibre alimentari, le proteine e il cromo. La fibra è un riempitivo ideale per lo stomaco, si gonfia e ci fa sentire pieni per molte ore. Inoltre, ha una buona influenza sul metabolismo, accelerando e facilitando la digestione, e il più facile da assimilare si trova in frutta, verdura e alcuni prodotti a base di cereali, crusca o fiocchi d’avena. Le proteine, soprattutto quelle contenute nelle uova, nei latticini e nella carne, aiutano a bruciare i tessuti grassi e danno la sensazione di sazietà, mentre il cromo migliora tutti i processi metabolici del corpo, regolando il metabolismo dei lipidi e dei carboidrati.

Come ridurre l’appetito – integratori alimentari

Una buona soluzione per ridurre l’appetito e allo stesso tempo per eliminare l’eccesso di peso sono moderni integratori alimentari, utilizzati nei trattamenti di perdita di peso, basati su ingredienti vegetali naturali. Hanno un’elevata efficacia grazie al contenuto di sostanze come l’estratto di tè verde, le bacche acai o goji, il guaranà, il pepe nero, la caffeina o il tanto popolare yerba mate. Tutti questi elementi accelerano il metabolismo, alleviano i disturbi digestivi, purificano a fondo il corpo dalle tossine in esso depositate e, soprattutto, inibiscono l’appetito. Ciò che scegliamo dipende dalle nostre preferenze individuali, ma i loro effetti sulla salute si faranno sentire di sicuro.