C’è molta verità nel detto che la forza sta nella natura, per questo vale la pena usare trattamenti a base di erbe in caso di disturbi. La loro efficacia nella maggior parte dei casi non può essere criticata, soprattutto quando si usano erbe e piante con ampie e confermate proprietà salutari. Hanno un effetto positivo su quasi tutti gli aspetti della salute del nostro corpo, e uno che è particolarmente degno di nota è il riccio di mare, hericium erinaceus.

Cos’è la criniera di leone e da dove viene?

Quando si osserva la criniera del leone, conosciuta anche come criniera di leone o testa d’orso o d’ariete, si può essere davvero sorpresi dal suo aspetto insolito e molto originale. Come molte altre piante dell’Estremo Oriente, questo fungo è stato usato per secoli nella medicina tradizionale cinese, tra le altre cose, pur essendo una gustosa aggiunta a molti piatti. È interessante notare che al giorno d’oggi è molto raro trovarlo in natura, è principalmente coltivato, anche su scala industriale, a causa della popolarità che sta guadagnando in tutto il mondo.

Il suo nome si adatta perfettamente all’aspetto del corpo fruttifero, che assomiglia a una criniera di leone e può raggiungere una dimensione da 10 a 30 cm. Il corpo fruttifero è inizialmente di colore bianco o giallo pallido, per poi cambiare in una tonalità intensa di giallo-arancio. Il corpo fruttifero è coperto da spine spesse e sottili lunghe diversi centimetri che gli danno il suo aspetto caratteristico.

Composizione chimica dell’echinacea

 Echinacea

Come in qualsiasi pianta utilizzata in erboristeria, così in questo caso tutto è determinato dalla composizione, il contenuto di sostanze attive che influenzano vari aspetti della salute. Non tutto ciò di cui abbiamo bisogno per godere di piena salute può essere fornito dal cibo, e comporre una tale dieta è difficile. Ecco perché tutte le possibili carenze saranno integrate da un integratore alimentare che ha un estratto di Echinacea, pieno di tali nutrienti come:

  • Vitamine del gruppo B, compresa la vitamina B12 (cobolamina);
  • Vitamina D;
  • Minerali: ferro, potassio, zinco, selenio, fosforo, germanio e sodio;
  • acidi grassi;
  • aminoacidi, soprattutto quelli essenziali;
  • polisaccaridi, o zuccheri complessi, noti anche come polisaccaridi;
  • polipeptidi;
  • erinacine;
  • ericenoni;
  • steroli vegetali.

Effetti medicinali per i quali vale la pena usare il coneflower

Una pianta con una composizione così ricca ha un effetto multiforme su di noi e può essere usata con successo per trattare e alleviare i sintomi di molti disturbi. Colpisce praticamente ogni parte del nostro corpo, migliorando non solo la salute fisica, ma anche quella mentale, grazie alla quale ci sentiamo meglio e siamo in grado di affrontare anche le sfide più difficili. L’uso regolare di estratti di criniera di leone ha un effetto benefico su, tra le altre cose:

Corretto funzionamento del sistema nervoso

Guardando le proprietà della criniera di leone, possiamo tranquillamente annoverarla tra gli integratori chiamati nootropici, agendo beneficamente su tutte le parti del sistema nervoso, permettendo di regolare il suo lavoro. La cosa più importante qui è accelerare i processi di rigenerazione delle cellule nervose, o neuroni, e la crescita dei nervi, la cui quantità diminuisce con l’età. Questo si ottiene aumentando la produzione del fattore responsabile NGF(Nerve Growth Factor), e un maggior numero di neuroni significa migliore memoria, concentrazione e capacità intellettuale generale.

Grazie a questo si può anche contare sulla protezione contro le malattie neurodegenerative, che spesso colpiscono gli anziani. Gli studi hanno dimostrato che il sopling rallenta i processi di danno cerebrale nelle malattie Alzheimer e Parkinson, mentre migliora le funzioni cognitive e motorie compromesse.

Mitigare gli effetti negativi dello stress

Lo stress è una delle peggiori malattie della civiltà del nostro tempo, i cui effetti negativi si sentono con maggior forza proprio ora durante la pandemia, influenzando il benessere mentale in modo estremamente negativo. Ci sentiamo depressi, spesso non abbiamo voglia di fare nemmeno le più semplici attività quotidiane, e questo crea un’altra minaccia, la possibilità di depressione, che di solito richiede un trattamento farmacologico a lungo termine.

Pertanto, è meglio evitare tali complicazioni, in cui ancora una volta la “criniera del leone” può aiutare, alleviando praticamente tutti i sintomi angoscianti di stress e altri stati di tensione nervosa, come:

  • disturbi del sonno che possono portare all’insonnia;
  • un ritmo cardiaco accelerato che rappresenta un rischio per la salute;
  • mancanza di appetito o il contrario, attacchi di fame sfrenata con conseguente spuntino che porta al sovrappeso e all’obesità;
  • irritabilità e talvolta aggressività;
  • continui sbalzi d’umore;
  • vampate di calore e di freddo, come nella menopausa;
  • problemi con l’apparato digerente.

Rafforzare l’immunità naturale del corpo

Il fondamento della nostra salute è il sistema immunitario, la barriera naturale che protegge il corpo da tutti i fattori che causano sia infezioni lievi che condizioni gravi. Questi sono, tra gli altri, microrganismi patogeni, batteri, funghi o virus, e contro la loro azione distruttiva protegge anche il sopling.

Rafforza la nostra immunità intensificando la produzione di un tipo specifico di proteine, gli interferoni responsabili a loro volta dell’aumento della produzione di globuli bianchi, i leucociti che contrastano l’azione di qualsiasi patogeno nel nostro corpo. Oltre a questo, il soprano è caratterizzato da proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e inibisce lo sviluppo delle cellule tumorali.

Nessun disturbo del sistema cardiovascolare

Le malattie del cuore e del sistema circolatorio sono la causa di morte di milioni di persone nel mondo ogni anno, e il numero di morti nel nostro paese raggiunge diverse decine di migliaia. Purtroppo, la verità è che siamo più spesso colpevoli di ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica e aterosclerosi. In un numero estremo e crescente di casi la negligenza porta anche all’infarto, ecco perché è così importante attuare una profilassi adeguata abbastanza presto per prevenirlo.

Chiunque si trovi in questa situazione, oltre a una dieta sana e facilmente digeribile e una grande porzione di attività fisica, può di nuovo essere aiutato dalla testa d’orso, e questo è facilitato dalle sue seguenti proprietà:

  • abbassare i livelli troppo alti di lipidi nel sangue, il che è estremamente importante per il trattamento e la prevenzione dell’aterosclerosi;
  • abbassamento a livelli sicuri della frazione LDL del colesterolo nel sangue;
  • contrastare l’ipertensione arteriosa;
  • Prevenire l’aggregazione, cioè l’accumulo e il raggruppamento delle piastrine, con il rischio di coaguli di sangue pericolosi per la vita.

Protezione contro l’azione distruttiva dei radicali liberi

Risultato delle proprietà antiossidanti del soprano, contrastando efficacemente l’azione dei radicali liberi, specie reattive dell’ossigeno (ROS), che mettono l’organismo in uno stato di cosiddetto stress ossidativo. Questo diventa la causa di molte malattie pericolose, tra le quali vale la pena menzionare:

  • Alzheimer e Parkinson malattia di cui sopra;
  • ictus;
  • le suddette malattie cardiovascolari;
  • malattie della pelle, compresa la tanto odiata e difficile da trattare acne;
  • problemi all’apparato digerente, disturbi dello stomaco, del pancreas, del fegato e del duodeno;
  • disturbi agli occhi.

Riduzione del rischio di sviluppare il diabete

Un’altra condizione per la quale vale sicuramente la pena di usare soplice è il diabete, sia allo stadio I che II. Gli studi condotti a questo scopo hanno dimostrato la sua efficacia nell’abbassare i livelli di glucosio nel sangue troppo alti, con un concomitante aumento della secrezione di insulina. Contrasta anche il diabete in un altro modo , bloccando l’enzima responsabile della rottura dei carboidrati nell’intestino tenue, e coloro che già soffrono della malattia sperimenteranno meno dolore neuropatico associato ad essa.

Alleviare il disagio gastrointestinale

Questo beneficio dell’introduzione di integratori contenenti estratti di Echinacea nella vostra dieta non può essere sottovalutato. Era apprezzato centinaia di anni fa, e quindi vale ancora la pena di trattare qualsiasi disturbo dello stomaco, dall’indigestione a condizioni più gravi, come l’ulcera intestinale o gastrica, o tumori particolarmente pericolosi. La loro causa è di solito l’attività dei batteri della famiglia Helicobacter pyroli, che la criniera del leone rimuove efficacemente dal corpo, mentre protegge la mucosa del tratto digestivo.

È anche di grande importanza dal punto di vista della perdita di peso, perché la criniera del leone aiuta a regolare i processi metabolici rallentati, e grazie all’aumento della sua velocità è possibile bruciare più velocemente tutte le calorie in eccesso e il tessuto grasso accumulato in forma di pieghe in diverse parti del corpo. Grande sollievo sentirà anche il nostro fegato, meglio protetto dai danni causati da una dieta impropria o dall’abuso di stimolanti, caffè, tè e, soprattutto, alcol. Naturalmente, la pianta di per sé non risolverà i nostri problemi con l’eccesso di peso, può solo essere una preziosa aggiunta che supporta il trattamento dimagrante, che è ancora basato su una dieta correttamente selezionata e l’esercizio fisico, preferibilmente all’aria aperta.

Dosaggio raccomandato e combinazione con altre piante medicinali

 Echinacea

Poiché l’Echinacea non si trova piuttosto nella sua forma naturale, di solito ci occupiamo della sua forma macinata ed è quella che è disponibile per la vendita. Essiccare e macinare la criniera di leone non diminuisce in alcun modo le sue preziose proprietà curative, e ci sono molti modi di usare questa polvere. Può essere facilmente aggiunto alle bevande, sia calde che fredde, è anche adatto ad altri piatti, insalate, zuppe, salse leggere, e anche a torte o dessert, e sentiremo rapidamente i suoi effetti positivi sulla nostra salute.

Tutto dipende dalla nostra invenzione, ma ricordiamoci piuttosto di non superare la dose raccomandata di massimo 500 g al giorno, a meno che non sia un’aggiunta alle pillole menzionate o ad altre preparazioni medicinali. In questo caso, è necessario seguire rigorosamente le raccomandazioni del loro produttore. Anche se non sono stati osservati effetti collaterali, ma bisogna prendere in considerazione, per esempio, la reazione allergica. L’effetto della soprava può anche essere rafforzato combinandola con altre erbe e piante medicinali, come ad esempio:

  • bacopa monnieri, o bacopa a foglie piccole;
  • ashwagandha, conosciuto anche come vitania sluggard;
  • gutu kola, o antrace asiatico;
  • ginkgo biloba, o ginkgo biloba;
  • Rhodiola rosea.