Raggiungere la prima sigaretta è facile, di solito si agisce d’impulso, non rendendosi conto che la prima sigaretta può essere seguita dalla successiva, e che di solito finisce con una dipendenza che dura tutta la vita. È estremamente difficile liberarsene, poche persone riescono a farlo, e inoltre il fumo crea un vero e proprio caos nel corpo del fumatore. Purtroppo, la maggior parte di loro semplicemente lo ignora, rendendo il fumo una sorta di rituale e trovando costantemente spiegazioni che di solito non hanno nulla a che fare con la realtà. Il fumo, con una precisa politica di informazione sui suoi effetti, è privo di qualsiasi logica e allo stesso tempo è una consapevole distruzione della propria salute. La cosa più spaventosa, però, è che una sigaretta è l’unica al mondo ad essere venduta in modo del tutto legale e con il pieno consenso e l’accettazione delle autorità, un mezzo per provocare il cancro.

Miti sul fumo diffusi dai fumatori

Intorno al fumo sono cresciuti molti miti, che sono per lo più traduzioni di persone incapaci o non disposte a liberarsi da questa fatale dipendenza. Questa brutta abitudine di raggiungere il proverbiale fumo affonda le sue radici nei tempi di Cristoforo Colombo, che portò le prime foglie di tabacco nel nostro continente. Per secoli, tuttavia, la gente ne ha fumato quantità minori, soprattutto pipa, il che non significa che sia innocua. Il fumo sotto forma di sigari e poi di sigarette è diventato popolare all’inizio del XX secolo, raggiungendo il suo apice negli anni successivi alla fine della seconda guerra mondiale. Il numero di fumatori in tutto il mondo era in aumento, e la cosa peggiore era che per qualche tempo si pensava che una sigaretta fosse innocua e le malattie che provocava venivano ignorate. I fumatori stessi hanno avuto una notevole influenza su questo, e le affermazioni che diffondono ancora oggi non solo non corrispondono all’effettivo stato di salute, per esempio, ma a volte sono addirittura assurde. E’ comune, tra l’altro, mettere in discussione il parere dei medici, allarmando e informando sulle conseguenze dell’avvelenamento dell’organismo con nicotina o sostanze catramate contenute nelle sigarette. La verità è che questa dipendenza ha effetti tragici quanto l’assunzione di droghe o il consumo di alcolici, causando nel migliore dei casi gravi disturbi di salute, e in molti, purtroppo, la morte del tossicodipendente. Quindi non crediamo alle opinioni completamente erronee che si stanno diffondendo, dicendo questo:

Se fumo una sigaretta, non mi farà male

Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità, perché se ne fumiamo una ogni giorno, c’è già una dipendenza e questa piccola dose di sostanze velenose può danneggiarci. Stiamo anche incontrando opinioni che, se non mi arruolo, non mi succederà nulla. Tuttavia, questo modo di fumare è pericoloso per l’ambiente, poiché abbiamo a che fare con il fumo passivo, dove una grande quantità di tossine viene soffiata nei polmoni degli astanti con ogni porzione di fumo.

La sigaretta ha un effetto calmante e antistress

Il che dovrebbe essere dovuto all’effetto della nicotina. Questo è un altro mito che viene smentito dagli specialisti, e la componente più velenosa del tabacco non calma, ma stimola ancora di più, aumentando gli stati di tensione nervosa. Quando si fuma, inizialmente si avverte un certo rilassamento, ma questo non è un sollievo dallo stress, ma una sensazione causata dalla fame di nicotina, perché è quella che provoca un eccessivo nervosismo e il bisogno di raggiungere una sigaretta. Dopo un po’ di tempo dalla combustione della sigaretta, il fumatore si agita di nuovo e tutto ricomincia.

Il fumo favorisce la concentrazione nel lavoro mentale

Questa sciocchezza è già molto difficile da difendere ed è di nuovo associata ad un apparente effetto calmante della nicotina. Se sentiamo la sua assenza nell’organismo, non saremo certamente in grado di concentrarci nemmeno sull’attività più semplice, perché il corpo richiederà un’altra dose di veleno e potremo solo pensare ad essa e non al lavoro o allo studio.

Fumo perché mi piace, non che io debba

È vero il contrario, fumo perché devo soddisfare la mia fame di nicotina, che diventa più forte con il progredire della mia dipendenza, e un nutrito gruppo di fumatori è in grado di fumare anche più di 2 – 3 pacchetti di sigarette al giorno.

Smetterò di fumare quando voglio

Se fosse così semplice, non avremmo milioni di tossicodipendenti, e il loro numero purtroppo sta aumentando invece di diminuire. Sempre più giovani vogliono mostrare, fumando, come sono gli adulti, e allo stesso tempo dire che è facile smettere di fumare. La forza volontaria da sola è troppo poca, e i sintomi dell’astinenza possono causare dolore fisico quando si smette di fumare. In questo caso sono necessari un aiuto medico e l’uso di preparati speciali. Le sostanze in esse contenute contribuiscono ad alleviare i sintomi fisici e mentali e a purificare il corpo dalle tossine e dai residui del fumo.

Se smetto di fumare, ingrasso.

Purtroppo, dobbiamo essere in parte d’accordo con questo, perché la maggior parte degli ex fumatori deve lottare contro il crescente sovrappeso, che è comunque dovuto alla loro stessa negligenza. L’aumento di peso è causato dal raggiungimento di dolci o altri snack al posto della sigaretta. Tuttavia, questo deve essere combattuto con forza, passando a una dieta meno calorica o addirittura dimagrante e muovendosi molto nell’aria. Sfatiamo anche il mito che la nicotina dimagrisce perché causa disturbi digestivi e metabolici, che in casi estremi porta addirittura all’obesità che minaccia quasi tutti gli aspetti della salute.

Un tubo fa meno danni.

In realtà, però, il fumo è molto più pericoloso, aumentando il rischio di cancro non solo ai polmoni, ma anche alla laringe, all’esofago o al rinofaringe, cioè a parti delle vie aeree superiori e inferiori. Non lasciamoci anche credere che le sigarette al mentolo o quelle leggere siano meno dannose. Nel primo, il mentolo dovrebbe solo aumentare il gusto, mentre nel secondo deve essere affumicato di più per soddisfare pienamente la fame di nicotina.

Quando fumo, mi faccio solo del male

Un’altra sciocchezza, perché il fumo passivo è ancora più pericoloso del fumo attivo. Il fumo di tabacco espulso dai polmoni contiene più sostanze velenose che raggiungono un non fumatore, circa 4 volte più nicotina e oltre 35 volte più monossido di carbonio mortale.

Il fumo di sigaretta – cosa li rende così letali

fumo

Come potete vedere, possiamo mettere le rivendicazioni sull’innocuità di questa dipendenza tra le favole, vale anche la pena di sapere cosa fa sì che il fumo accorci la nostra vita, rischiando lo sviluppo di numerose malattie. Come abbiamo scritto sopra, la nocività del fumo non è stata notata per anni, e un tempo il tabacco era addirittura considerato una pianta con proprietà curative. I medici, tuttavia, si sono resi conto in tempo che alcune delle malattie sono causate direttamente dalle sostanze che compongono il tabacco, quindi le hanno isolate e descritte in dettaglio. L’effetto del loro lavoro è stato addirittura sbalorditivo, in ogni prodotto del tabacco, sigaro, sigaretta, pipa o anche un semplice tabacco da fiuto, ci sono moltissimi composti chimici che possono essere audacemente considerati mortali. Ci sono più di 4000 ingredienti nel fumo, ma i più velenosi e conosciuti, che con ogni “fumo” rovinano il corpo:

Nicotina

Una sostanza del gruppo degli alcaloidi, altamente dipendente, e cioè dalla prima dose somministrata durante il fumo. La sua azione può essere paragonata ad altre sostanze che creano dipendenza, in quanto provoca una maggiore secrezione di dopamina, chiamata ormone della felicità. Questo ha un effetto sulla dipendenza, dando un’apparente sensazione di rilassamento. La nicotina è infatti una neurotossina, le cui alte dosi causano danni irreversibili, che insieme ad altri componenti del fumo possono anche portare alla morte.

Sostanze tartaro

Secondo molti specialisti, il componente più pericoloso delle sigarette, più pericoloso della nicotina. Che importa se la loro percentuale è indicata sulla confezione, quando in realtà nessuno fuma. Con questo intendiamo tutti gli ingredienti tossici che hanno un impatto negativo su varie parti del nostro corpo, compresi i composti di zolfo, fenolo e azoto.

Monossido di carbonio

Non senza motivo chiamato un killer silenzioso, inodore, ma mortale allo stesso tempo. Un altro nome conosciuto e usato è chad, che causa l’avvelenamento o la morte di migliaia di persone all’anno, di solito in caso di incendio o perdita di gas. È quindi sorprendente che il prodotto che lo contiene sia ampiamente disponibile. L’effetto del monossido di carbonio si riduce ad una combinazione con l’emoglobina, entra nel sangue, che provoca disturbi di ossigenazione. Sebbene le sigarette contengano frazioni di monossido di carbonio, il fumo e l’inalazione di CO per molti anni ha un impatto sulla salute, soprattutto sul cuore e sull’intero sistema sanguigno.

Cianuro di idrogeno

Una delle sostanze più velenose, tossiche, con un caratteristico odore di mandorla, anche se ovviamente non rilevabile nel fumo di tabacco. Si potrebbe parlare della sua nocività per ore, quindi ci limiteremo ad alcuni dei sintomi più comuni, come ad esempio:

  • Respiro corto e sensazione di tensione al petto;
  • mal di testa combinato con l’acufene;
  • abbassando la pressione sanguigna;
  • nausea e vomito.

Ammoniaca

Un altro ingrediente è un gas utilizzato nell’industria, ad esempio negli impianti di refrigerazione o nella produzione di tessuti, prodotti per la pulizia e cosmetici. Sembrerebbe che se è presente nelle sigarette in così piccole quantità, non può fare alcun danno. Tuttavia, già questa dose moltiplicata per la quantità di sigarette fumate e gli anni di fumo provocano irritazioni respiratorie che si manifestano con tosse, soffocamento e pressione nei polmoni. L’ammoniaca ha anche un effetto negativo sugli occhi, causando loro lacrime, dolore e, col tempo, anche danni permanenti agli occhi, e non si può sottovalutare il suo impatto negativo sul funzionamento del sistema nervoso.

Toluen

Un composto chimico velenoso derivato dal benzene, noto anche come metilbenzene, un diluente utilizzato nella produzione di vernici e adesivi utilizzati nell’edilizia. Ancora una volta, siamo sorpresi che l’essere in sigarette non ci abbia fatto pensare al loro completo ritiro dalla vendita. La tossicità del toluene è stimata essere molto elevata e può causare i seguenti sintomi:

  • una sensazione di costante stanchezza;
  • nausea, diarrea e vomito;
  • mal di testa;
  • irritazione della pelle e screpolature dell’epidermide;
  • irritazione della bocca, della gola e dell’esofago.

Altre sostanze cancerogene

Il fatto che il fumo aumenta il rischio di sviluppare tumori pericolosi è confermato dalla ricerca, anche se ci sono ancora tentativi di minare questi risultati. Ciò è dovuto a decine di altri componenti altamente cancerogeni del fumo di tabacco, come ad esempio:

  • benzene;
  • cloruro di vinile;
  • arsenico;
  • formaldeide;
  • Nitrosamine;
  • metalli pesanti come il piombo;
  • elementi radioattivi;
  • alcool metilico.

Fumo di sigaretta – perché evitare anche il fumo di sigaretta elettronica

donna con la sigaretta elettronica

Questa composizione chimica di ogni sigaretta fumata dovrebbe, dopo averla letta, costringere immediatamente la sigaretta a spegnersi e a combattere questa dipendenza. Dovreste anche considerare se vale davvero la pena di distruggere la salute di voi stessi e dei vostri cari, che sono fumatori passivi. Dopo tutto, sono spesso i membri più giovani della famiglia, bambini che entrano nella vita adulta con varie malattie e dovrebbero essere risparmiati. Basta leggere le statistiche mediche o consultare il proprio medico di famiglia per scoprire che il fumo uccide più di 65.000 persone ogni anno e altre statistiche mostrano che in Polonia oltre 9 milioni di nostri connazionali, il 31% degli uomini adulti e il 18% delle donne adulte fumano. Negli ultimi tempi, questa cifra comincia a crescere a causa della comparsa delle sigarette elettroniche, che stanno diventando sempre più popolari, soprattutto tra i più giovani, tra i 15 e i 19 anni. Essi sono erroneamente trattati come un equivalente di sigaretta più sano, anche se anche questa teoria non è vera. Il Ministero della Salute, sempre sulla base di ricerche, ha chiarito che le sigarette elettroniche sono quasi altrettanto dannose e vanno assolutamente evitate. Il pericolo più grave in questo caso è la composizione del liquido liquido liquido, che contiene sostanze come la glicerina e il glicole, estremamente dannose se riscaldate, e in aggiunta a vari tipi di conservanti, compresi quelli con effetti cancerogeni. Inoltre, le sigarette e – sono usate più spesso, fornendo così maggiori quantità di ingredienti pericolosi per la salute, in particolare la nicotina.

Gli effetti del fumo – a quali malattie i fumatori sono più esposti

Sappiamo già che le sigarette tradizionali e la loro varietà elettronica, così come altri prodotti del tabacco, contengono tutta una serie di veleni con i quali ogni giorno distruggiamo la nostra salute. Il fumo stesso è una malattia che richiede un trattamento adeguato. È la stessa dipendenza di altre droghe o sostanze proibite. Di solito non si riesce a vincere con essa, solo con la forza di volontà, anche se è la cosa più importante e bisogna usare misure di sostegno. Di solito si tratta di cerotti alla nicotina o di gomme, ma risultati altrettanto buoni si otterranno utilizzando integratori alimentari come Nicotine Free, che presenteremo in dettaglio qui di seguito. Vale sicuramente la pena di ascoltare i medici, che sono meglio informati sulla nocività del fumo, sottolineando costantemente che un fumatore è più esposto a numerose malattie e le attraversa molto più duramente, con l’intensità di praticamente ogni sintomo. L’elenco di queste malattie è davvero lungo, e prima di pensare di acquistare il primo pacchetto di “sigarette”, vi consigliamo di fare conoscenza con loro, pensate che possano minacciarvi:

  • malattie respiratorie e praticamente la maggior parte di esse può essere causata da composti nocivi contenuti nel fumo di tabacco. La più comune è una malattia polmonare ostruttiva, di solito bilaterale. Di conseguenza, i problemi respiratori sono sempre più numerosi e sono causati dall’ostruzione delle vie aeree. Si manifesta con dispnea, tosse cronica, dolori al petto, caduta del peso e gonfiore alle gambe. Un’altra condizione ancora più grave è il cancro ai polmoni, che termina con la morte in quasi l’87% dei casi, a meno che non venga diagnosticato abbastanza presto;
  • altri tumori, stomaco, reni, pancreas, fegato, vescica, testicoli e, nelle donne, seno, utero e ovaie;
  • tumori delle vie respiratorie, della bocca, delle labbra, delle gengive, delle ghiandole salivari, della laringe, della gola e dell’esofago;
  • ulcere gastriche e duodenali e ernia intestinale. I fumatori sono a più alto rischio, e l’inalazione di fumo intensifica anche i sintomi, soprattutto i dolori gravi all’organo costantemente irritato, riducendo la capacità di guarigione delle ulcere;
  • malattie cardiache e cardiovascolari, e il fumo è una delle cause più comuni. Questa è una preoccupazione comprensibile per i cardiologi, che dicono direttamente che gli ingredienti del tabacco possono distruggere completamente il cuore. Sono responsabili di cardiopatie ischemiche, insufficienza circolatoria, aterosclerosi, aneurisma aortico, infarto del miocardio, ictus e la sua ipossia, trombosi, ipertensione. Anche il sovrappeso è pericoloso, ed è per questo che una dieta corretta è così importante;
  • Il diabete, e la maggior parte dei fumatori si lamenta contemporaneamente di varie malattie renali, tra cui la loro insufficienza acuta che porta anche a danni permanenti;
  • malattie della tiroide, il cui sviluppo è influenzato dal cianuro di idrogeno, che impedisce il corretto assorbimento dello iodio e la produzione di ormoni prodotti da tale organismo;
  • Come abbiamo detto, la nicotina aumenta solo apparentemente i problemi di memoria e di concentrazione, e di fatto riduce significativamente le prestazioni mentali e cognitive;
  • la gravità dei sintomi allergici causati dall’irritazione delle vie aeree da fumo di tabacco. Ciò vale non solo direttamente per i fumatori, ma anche per le persone esposte all’inalazione passiva del fumo, che di per sé può anche causare gravi reazioni allergiche;
  • malattie mentali, stress e altri stati di intensa tensione nervosa che possono portare a depressione pericolosa e difficile da curare;
  • Disturbi della vista, non solo lacrimazione o congiuntivite, ma anche cataratte che possono portare alla cecità permanente;
  • riduzione delle prestazioni sessuali, impotenza e disturbi dell’erezione che spesso terminano con l’impotenza o l’infertilità derivanti da una ridotta produzione di sperma;
  • riduzione della resistenza naturale Il risultato è una maggiore suscettibilità alle varie infezioni;
  • rischio significativamente aumentato di gravidanza ectopica, aborto spontaneo, parto prematuro, distacco della placenta e mortificazione fetale. Le sigarette sono molto dannose per il nascituro, che è a rischio di gravi malformazioni congenite.

Come smettere di fumare per non tornare mai più all’abitudine

A nostro avviso, l’elenco di malattie di cui sopra, facciamo subito notare che ne abbiamo messo solo alcune, è una motivazione sufficiente per smettere di fumare una volta per tutte. Ammettiamo che in teoria sembra molto semplice, ma di solito va oltre la pratica, ma cercheremo di aiutarvi ad uscire da questa terribile dipendenza. Ci sono molti modi più o meno efficaci per farlo, ma è tutto nella psiche umana. Bisogna convincersi che le sigarette sono qualcosa di brutto che distrugge la nostra salute e quella delle persone a noi vicine, che, tra l’altro, dovrebbero partecipare attivamente a questa complicata operazione. La cosa più importante qui è il supporto che aiuta a sopravvivere al periodo iniziale, il peggiore, quando un fumatore, dopo aver rinunciato alla dose giornaliera di nicotina, sente vari disturbi. Questi sono principalmente mentali, nervosi e stressanti, e qui l’aiuto della famiglia sarà essenziale. A volte questi sintomi si trasformano anche in sintomi fisici, dolori, pressione toracica, problemi di stomaco, anche richiedendo una visita dal medico, che dovrebbe controllare se sta succedendo qualcosa di grave. È molto utile smettere di fumare, poiché i cerotti o le gomme da masticare contenenti determinate quantità di nicotina si riducono ad ogni dose. Tuttavia, raccomandiamo metodi più naturali per affrontare la sindrome da abbandono, utilizzando integratori per alleviare i suoi sintomi, come ad esempio Nicotine Free.

Nicotine Free – aiuta a smettere di fumare in modo efficace e protegge dall’aumento di peso

Il trattamento con le compresse Nicotine Free ha due obiettivi principali, eliminare tutti gli effetti negativi della fame di nicotina e prevenire l‘aumento di peso. Le compresse svolgono perfettamente questo compito, che è influenzato dalla loro composizione naturale e sicura da usare:

  • estratto di tè verde, pieno di preziose sostanze nutritive per aiutare a recuperare la salute perduta, come: vitamine A e B, vitamina C, vitamina D e i minerali potassio, zinco, manganese, fluoro e rame. È grazie a loro che il tè verde purifica il corpo da tutte le tossine, i resti di anni di avvelenamento da fumo di sigaretta. Allo stesso tempo, è un antiossidante che protegge contro il cancro, le malattie del cuore e del sistema circolatorio, lenendo i disturbi di stomaco;
  • Estratto di mango africano, i cui ingredienti più importanti sono gli acidi grassi Omega – 3 e Omega – 6 supportati da numerose vitamine e minerali. Mango pulisce a fondo il corpo dalle tossine rimaste dopo il fumo, inibendo allo stesso tempo la fame di nicotina e riducendo il desiderio di raggiungere una sigaretta. Inoltre, previene il sovrappeso eliminando la sensazione di fame continua, favorita anche da un alto livello di attività fisica, per cui si consiglia di iniziare con una passeggiata con i bastoni e poi praticare attivamente qualche sport, correre o andare in bicicletta;
  • cicoria, un altro bloccante della fame da nicotina che ha anche un impatto significativo sulla ricostruzione del sistema immunitario indebolito dagli ingredienti tossici del tabacco;
  • glukomannan, senza il quale sarebbe impossibile controllare i disturbi dell’apparato digerente, che a volte ne disturbano completamente il corretto funzionamento. La fibra dietetica contenuta in questa sostanza migliora principalmente la digestione, rimuove la costipazione dolorosa e, gonfiando lo stomaco, permette di controllare l’alimentazione continua;
  • Il cromo, che regola i livelli di zucchero nel sangue, aiuta anche a combattere il desiderio di raggiungere snack ad alto contenuto calorico e malsani;
  • fanciulla dai fiori piccoli, che permette una pulizia completa delle vie respiratorie, lenendo tutte le irritazioni causate dal fumo, eliminando la tosse del fumatore.

Composizione Nicotine Free È favorevole alla sua elevata e comprovata efficacia. Gli ex fumatori, che prendono solo 2 compresse al giorno, godono degli effetti delle loro azioni, sono della stessa opinione:

  • la perdita totale della fame di nicotina;
  • completa disintossicazione del corpo;
  • riduzione del rischio cardiovascolare;
  • nessun odore sgradevole in bocca, e i capelli, la pelle e i vestiti non sono inzuppati di profumo di tabacco;
  • una migliore ossigenazione del corpo, poiché la quantità di monossido di carbonio in esso contenuta diminuisce;
  • migliore senso del gusto e dell’olfatto, si può finalmente mangiare con un vero e proprio appetito, sentendo il gusto pieno del cibo;
  • per liberarsi della fastidiosa tosse del fumatore;
  • rafforzare l’immunità che praticamente elimina il rischio di malattie polmonari, la cui capacità aumenta notevolmente;
  • più energia per ogni forma di attività;
  • più soldi in tasca, che non devi spendere per sigarette sempre più costose.
Nicotine Free

Si prega di leggere le informazioni dettagliate su Nicotine Free

Fonti
:
https:
//www.healthline.com/health/smoking/effects-on-body#1
https://www.healthline.com/health/effects-of-quitting-smoking#withdrawal-symptoms