Tra i tanti metodi di gestione delle varie malattie, ancora oggi una delle posizioni di primo piano è occupata dall’erboristeria, diffusa anche nel nostro paese. Utilizza molte piante dalle comprovate proprietà salutari, come lo zenzero, conosciuto e apprezzato da quasi 5.000 anni. Viene utilizzato anche in cucina, dove è una gustosa aggiunta a molti piatti, e negli ultimi anni si è guadagnato il riconoscimento come importante componente di trattamenti efficaci per la perdita di peso.

Lo zenzero – ciò che troviamo nella sua radice

La pianta nella sua forma naturale si trova solo in Asia e in Australia, dove cresce in molte varietà, che però sono per lo più inadatte al consumo. La varietà che utilizziamo nelle nostre cucine si chiama zenzero e la sua radice commestibile, che ha un caratteristico sapore leggermente piccante. Oggi è coltivato in molte regioni del mondo, in Cina, Nigeria, Giamaica e Taiwan, quindi il suo prezzo è in costante diminuzione e praticamente tutti possono permetterselo. Per migliaia di anni, lo zenzero è stato usato in cucina da molte parti del mondo, principalmente come spezia dal gusto eccellente, aggiunta ad insalate, salse da minestra, e anche a tè e altre bevande riscaldanti. Tuttavia, le più importanti sono le sue proprietà salutistiche, che deve a molte delle sostanze in esso contenute, e le troveremo soprattutto:

  • oli essenziali contenenti sostanze resinose, composti fenolici, zingiberolo, gingerolo e ziferone, che corrispondono anche al suo gusto piccante;
  • tiamina, vitamina B1;
  • riboflavina, vitamina B2;
  • niacina, vitamina B3;
  • vitamine A, B6, C, D, D, E e K;
  • minerali come calcio, potassio, potassio, ferro, zinco, fosforo, magnesio e sodio;
  • acidi grassi mono e polinsaturi.

Zenzero – proprietà salutistiche comprovate

Questa composizione rende il consumo regolare di zenzero estremamente benefico per lunghi periodi di salute e ha proprietà comprovate:

  • che regola i processi digestivi. Previene disturbi dell’apparato digerente come vomito e flatulenza, ha anche un effetto diuretico, rimuovendo gonfiore, colagogico e diastolico, aumenta anche la secrezione di saliva e succhi gastrici;
  • antivirale e antimicrobico, il che significa che è usato per trattare sia le infezioni gravi e per alleviare i sintomi del raffreddore comune;
  • proteggere dalla trombosi prevenendo l’aggregazione, cioè l’accumulo eccessivo di piastrine;
  • lenisce i dolori mestruali intensi e i dolori articolari. È usato nel trattamento dell’artrite e dell’artrite reumatoide, essendo un componente di molti unguenti e gel riscaldanti;
  • aumento dell’offerta di sangue cerebrale, che ha un impatto su una migliore concentrazione e capacità mentale;
  • abbassando il livello di colesterolo cattivo nel sangue;
  • ridurre al minimo il rischio di cancro;
  • migliorare la circolazione sanguigna, diluendo il sangue come l’aspirina e riscaldando tutto il corpo;
  • Disintossicante, facilitando la rimozione di prodotti metabolici inutili;
  • L’elevato contenuto di antiossidanti del prodotto rallenta il processo di invecchiamento;
  • rafforzare il sistema immunitario, migliorare la sensibilità dell’organismo all’insulina e proteggere molti organi interni, compreso il fegato, dalle malattie;
  • che aumenta la libido, perché è un noto afrodisiaco.

Zenzero – un componente importante di una dieta efficace per la perdita di peso

Come potete vedere, vale la pena di introdurre questa radice in una dieta quotidiana e permanente senza inutili ritardi, e in breve tempo sentirete anche le sue proprietà dimagranti e insieme ad essa vi libererete rapidamente di tutti i chili in più. Ciò è dovuto al contenuto dei composti fenolici citati, che hanno un effetto termogenico, e senza termogenesi non dobbiamo nemmeno pensare ad un efficace dimagrimento. Il calore generato durante questo processo fisiologico deriva dalla combustione di calorie nel tessuto adiposo, che rende la nostra silhouette più sottile e snella.

Lo zenzero aumenta anche l’efficacia dei processi metabolici secernendo i succhi digestivi che stimolano l’intestino a lavorare più intensamente. Stabilizza anche il livello di leptina nel corpo, quindi inibisce l’appetito eccessivo, riduce la fame e non mangia tra un pasto e l’altro. Se si mangia la radice di questa pianta, si può contare su una rapida perdita di peso, ma solo se si combina con uno stile di vita completo e sano. Lo zenzero è solo una preziosa aggiunta che aiuta a liberarsi del grasso in eccesso, ma senza esercizio fisico e una dieta equilibrata non possiamo contare anche sui minimi risultati positivi.

Lo zenzero – come mangiarlo al meglio e chi dovrebbe evitarlo

Di solito si mangia lo zenzero in forma di terra, che, tuttavia, differisce notevolmente dal gusto di fresco, radice intera. Anche una piccola aggiunta di auto-macinato, cambia completamente il gusto di molti piatti popolari, come le insalate di verdure o piatti di carne, come il sushi giapponese, conferendo loro un carattere esotico e specifico, che funziona bene anche nelle torte. E ‘più comunemente usato come aggiunta al tè, che riscalda efficacemente anche nei giorni più freddi. Ci piace anche iniziare a raggiungere per lo zenzero dolce candito al miele o marinato, che sono già apparsi nei nostri negozi. È anche un componente di molti integratori alimentari, specialmente quelli raccomandati per il dimagrimento.

Le idee per i piatti con lo zenzero si possono trovare su Internet, ma dobbiamo anche ricordare che non tutti possono mangiarlo in modo sicuro. A causa del suo sapore piccante, non è raccomandato per le persone che soffrono di ulcere gastriche, ulcere duodenali o altre malattie dell’apparato digerente. Deve essere consumato con cautela in caso di problemi di coagulazione del sangue e ipertensione, e le donne in gravidanza dovrebbero evitarlo a causa della possibilità di irritazione della parete dello stomaco. Altre controindicazioni spesso citate dagli specialisti, che escludono completamente lo zenzero dalla dieta, includono emofilia, insufficienza epatica, cirrosi e trombocitopenia.