Il freddo è una condizione che può colpire chiunque, indipendentemente dall’età, dal sesso o anche dalla stagione. La sua causa più comune è un’infezione virale e i suoi sintomi sono estremamente fastidiosi. Un freddo non trattato finisce con gravi complicazioni, a volte anche mortali. Quando notiamo i primi sintomi inquietanti, corriamo immediatamente dal medico. Tuttavia, le nostre madri e le nostre nonne avevano un approccio diverso, sapendo quanto siano efficaci i rimedi casalinghi per il raffreddore. Così sono state trattate generazioni di nostri connazionali, quindi nulla ci impedisce di fare lo stesso, evitando di appesantire lo stomaco e l’apparato digerente con pillole. L’effetto positivo dei rimedi casalinghi sarà avvertito da tutto il corpo, grazie al suo benessere fisico e mentale.

Rimedi casalinghi per il raffreddore – quali sono le cause di questa malattia?

Anche se possiamo avere un raffreddore anche nei mesi estivi, siamo più esposti ad esso in autunno e in inverno. Ciò è facilitato dalle condizioni climatiche sfavorevoli, dall’elevata umidità e dalle basse temperature che indeboliscono l’immunità del corpo. Questo apre la strada a varie infezioni, comprese quelle virali. Quando incontriamo una persona infettata da uno dei virus che causa un raffreddore, dobbiamo fare i conti con l’infezione non appena la persona tossisce o starnutisce violentemente.

Rimedi casalinghi per il raffreddore – come si verifica un’infezione

Quando si tossisce o si starnutisce, i virus iniziano a gocciolare, galleggiando nell’aria insieme allo scarico della bocca o del naso. A volte si accontentano di oggetti di uso quotidiano usati insieme in casa, dove sopravvivono per diverse ore e quindi possono anche essere trasmessi a una persona precedentemente sana. Uno starnuto provoca anche un’esplosione in miniatura di particelle virulente, che nella quantità di diverse decine di migliaia sono in grado di muoversi su una distanza di diversi metri. Ci sono molti tipi di virus responsabili dei sintomi di un raffreddore, e il più delle volte è causato da esso:

  • rinovirus, che colpisce quasi l’80% dei casi;
  • coronavirus, responsabile di circa il 15 per cento della malattia e questo gruppo comprende anche COVID – 19, con cui l’intera umanità sta attualmente lottando;
  • altri virus, che rappresentano anch’essi circa il 15% dei casi, come gli adenovirus, i cosiddetti virus della coppia influenzale o gli adenovirus.

Chi è più a rischio per il freddo e per quanto tempo rappresenta una minaccia per gli altri?

compagno a letto

Il raffreddore è una delle malattie stagionali più comuni che è difficile da evitare, soprattutto per le persone che non danno troppa importanza alla loro salute. Trascura, come una dieta inadeguata che causa sovrappeso e obesità, carenze vitaminiche o mancanza di attività fisica, tutto questo riduce molto rapidamente le prestazioni del nostro sistema immunitario. Le persone che non conducono uno stile di vita attivo ma tipicamente sedentario e non escono di casa troppo spesso sono semplicemente illese e praticamente qualsiasi contatto con il malato può portare a un’infezione progressiva.

Purtroppo, il raffreddore è una malattia che richiede un tributo crescente ogni anno, anche se è difficile fornire statistiche precise sulla malattia. La maggior parte dei pazienti non va dal medico, curandosi da soli a casa, e questo è estremamente efficace. Una caratteristica di questa infezione virale è il suo decorso iniziale, asintomatico, e i primi sintomi visibili di un raffreddore appaiono in media dopo 2 giorni. Una volta che iniziamo a sentirli, iniziamo anche a rappresentare una minaccia per le altre persone, infettandole, a seconda del decorso della malattia, per 5 o addirittura 14 giorni. Questo accade anche quando ci sentiamo bene noi stessi, quindi è meglio limitare il contatto con le altre persone per tutto il tempo.

Sintomi caratteristici della malattia

Come per qualsiasi malattia, anche in caso di raffreddore, dovremmo andare da un medico che ci esaminerà, facendo una diagnosi corretta e assegnando i farmaci appropriati per rimuovere tutti i sintomi. Tuttavia, se non sono ancora troppo severe, siamo in grado di riconoscerle da soli, utilizzando almeno le guide popolari, che possiamo facilmente trovare su Internet. Qualcuno potrebbe accusarci a questo punto di promuovere il principio “Pole but yourself“, esortandoci a cercare informazioni non provate su Internet.

Per fortuna esistono siti web medici professionali, come le università di medicina o i produttori di specifiche popolari usate per trattare un raffreddore. Tutti i suoi sintomi, i più visibili e percepibili, soprattutto quelli che si possono vedere e sentire, sono descritti in modo accurato e affidabile, e di solito compaiono 1 – 2 giorni dopo l’infezione. In ulteriori trattamenti, è importante anche distinguere il freddo dall’influenza, una malattia ancora più pericolosa, diversa nel suo decorso e nelle possibili complicazioni.

I sintomi più comuni di un raffreddore sono:

  • sentirsi stanchi, apatici e non disposti a fare nulla;
  • un graffio alla gola che si trasforma gradualmente in dolore, preannunciando un’infezione respiratoria in via di sviluppo;
  • tosse, inizialmente secca, ma può svilupparsi in uno umido con molta secrezione;
  • naso congestionato, rinite che si manifesta con una densa secrezione nasale e uno starnuto fastidioso;
  • nessuna temperatura elevata, tranne un leggero stato sub febbrile;
  • mal di testa relativamente piccoli.

Sintomi che indicano, tuttavia, che soffriamo di influenza:

  • rapido sviluppo della malattia, accompagnato immediatamente da tutti i sintomi;
  • febbre molto alta, forse fino a 40 gradi;
  • la sensazione di un forte esaurimento;
  • brividi;
  • forti dolori alla testa, alle articolazioni e ai muscoli.

Rimedi casalinghi per il freddo – come affrontarlo da soli

rimedi naturali per il fredd

Anche se i nostri sintomi non sono tipicamente influenzali e non abbiamo la febbre alta, vale la pena cercare di liberarsi del raffreddore prima di tutto, curandolo a casa e utilizzando ciò che la natura ci ha dato. Naturalmente non neghiamo l’effetto dei farmaci utilizzati per curare questa malattia, ma molti di essi possono essere sostituiti da trattamenti naturali, ottenendo la stessa efficacia, ma senza il rischio di effetti collaterali. Confidiamo nell’intuizione delle nostre nonne, che in fondo non avevano così tanto accesso alle droghe come oggi, e che erano in grado di alleviare rapidamente tutti i sintomi del raffreddore. Hanno usato metodi semplici, ma ripetutamente provati e testati, cosa che indubbiamente sono:

Riposarsi e stare a letto per diversi giorni

Si dice scherzosamente che un raffreddore e un’influenza non trattati durano una settimana e un trattamento di sette giorni. Il fatto è, tuttavia, che si raccomanda di non uscire di casa per tutta la durata della malattia, proteggendo se stessi dal deterioramento e dalle complicazioni, e gli altri dalla possibilità di infezione. I sintomi del freddo sono così fastidiosi che la maggior parte dei pazienti deve andare a letto per qualche giorno e il proverbiale riscaldamento accelera notevolmente il processo di raggiungimento della piena forza.

Bere grandi quantità di liquidi caldi

Naturalmente, non vogliamo dire molto caffè nero, ma bevande che non solo ci riscalderanno, ma che ci aiuteranno anche nel trattamento. Si può bere sano tè verde o lo stesso yerba mate, ma una scelta migliore sarebbe il tè con miele e limone, non solo riscaldando perfettamente, ma anche fornendo il vostro corpo con grandi dosi di vitamina C. Se non vi piace il limone, potete sostituirlo con il succo di lampone, ma solo con uno naturale, non pieno di coloranti e zuccheri artificiali.

Zenzero, sempre il migliore per un raffreddore.

Zenzero, succo di limone e aglio

La sua efficacia contro il freddo non può essere negata, funziona sempre perfettamente per eliminare tutti i suoi sintomi, il che è dovuto alle sue numerose proprietà salutari, ma stiamo parlando solo della radice, non della forma grattugiata utilizzata in cucina. Lo zenzero, come un’altra aggiunta consigliata al tè caldo, ha un effetto antivirale e antibatterico, facilita l’espettorazione, combatte la tosse, riduce rapidamente la febbre, e ha un sacco di nutrienti preziosi nella sua composizione:

  • la citata vitamina C, l’acido ascorbico;
  • Vitamine del gruppo B: B1 (tiamina), B2 (riboflavina);
  • oli essenziali;
  • minerali: ferro, calcio, fosforo e potassio.

Introduzione alla dieta di aglio e cipolla

Molti si sbagliano già all’idea stessa di dover mangiare l’aglio, anche se lo accettano in altri alimenti senza troppi problemi. Tuttavia, vale la pena di lottare, perché non è senza motivo che sia considerato un antibiotico naturale che può far fronte non solo al raffreddore o al mal di gola. Rafforza l’immunità indebolita, ha anche un effetto antinfiammatorio e antimicotico e rimuove i parassiti che la minacciano dal corpo. Proprio come lo zenzero, contiene molte sostanze nutritive, vitamine e minerali.

Quando si tratta del modo in cui viene utilizzato per trattare un raffreddore, purtroppo, è meglio mangiare i denti sbucciati crudi per sentirne appieno le proprietà salutari. È una buona idea tagliare l’aglio in un panino per ammorbidire un po’ il sapore, si può anche aggiungere un dente schiacciato al latte con il miele o fare lo sciroppo di aglio. Per fare questo, versare acqua calda su ½ tazza di miele, aggiungere il succo di limone fresco, affettare 3-4 spicchi d’aglio e bere 2 cucchiaini da tè due volte al giorno, mattina e sera.

Proprio come l’aglio, lo sciroppo di cipolla funziona, ma pensiamo che sarebbe ancora più difficile convincere qualcuno ad usarlo. Tuttavia, se volete provarlo, potete usare il succo di cipolla come un’altra posizione per fare uno sciroppo curativo con miele e limone.

Risciacquare regolarmente la gola con soluzioni curative

Questo è un altro metodo per eliminare uno dei sintomi peggiori, il mal di gola, anch’esso ostruito dalla secrezione di un naso ostruito. La gola può essere sciacquata, tra l’altro, con una soluzione di acqua e sale, preparando una miscela nel rapporto di 1 cucchiaio di sale per ogni bicchiere di acqua bollita. A questo scopo si utilizzano anche miscele con acqua ossidata o bicarbonato di sodio, ma le soluzioni a base di erbe saranno una soluzione migliore. Questi sono comunemente usati per trattare i raffreddori, e il timo e la salvia sono più adatti per questo ruolo.

Inalazione con oli essenziali e umidificazione dell’aria

La condizione più fastidiosa che accompagna questa malattia è un naso ostruito, che rende difficile la respirazione normale. Il metodo più efficace per il suo distacco è l’inalazione, cioè l’inalazione di vapore caldo con l’aggiunta di oli essenziali con proprietà antibatteriche ed espettoranti, eucalipto, lavanda, sandalo o tè. È altrettanto importante mantenere un’adeguata umidità nell’appartamento, e se non si dispone di una crema idratante professionale, si possono appendere asciugamani bagnati o contenitori speciali pieni d’acqua sui termosifoni. L’acqua, fumante, inumidirà la stanza e allo stesso tempo le nostre mucose secche.

Erbe e piante dall’armadietto delle medicine di casa

Anche se la maggior parte delle malattie viene curata con l’aiuto di farmaci da banco o di farmaci prescritti da un medico, ognuno dovrebbe avere un set di erbe nell’armadietto delle medicine di casa, che sono utili anche in caso di raffreddore. Secondo gli specialisti, devono esservi inclusi:

  • ifiori di tiglio essiccati, un numero 1 decisivo per alleviare i sintomi, e un infuso fatto di essi riduce efficacemente la febbre, con un effetto simile a quello dell’acido acetilsalicilico, aiuta anche a pulire le vie respiratorie. I fiori di tiglio contengono grandi quantità di vitamina C, che ha un effetto benefico sul rafforzamento dell’immunità, ed è meglio farne infusi per bere o utilizzarli come uno degli ingredienti per l’inalazione;
  • L‘echinacea, che è particolarmente efficace nel caso di infezioni virali e può anche essere considerata un antibiotico naturale. La sua varietà viola migliora il funzionamento del sistema immunitario, stimolando l’organismo a combattere i virus del raffreddore e dell’influenza. Riduce la quantità di secrezione nasale, la rende più chiara, riduce il mal di testa e ripristina il benessere più velocemente;
  • nero senza, grazie alle sue proprietà curative di acidi fenolici, bioflavonoidi, vitamine A e C e numerosi minerali. Sono responsabili delle proprietà antinfiammatorie, asettiche, antipiretiche e analgesiche, cioè le più importanti nella lotta contro gli effetti del freddo;
  • Ilfrutto della rosa selvatica, che ha la vitamina C più facilmente assimilabile, non può competere con esso nemmeno con gli agrumi, i limoni o i pompelmi. Ecco perché la rosa selvatica è raccomandata in condizioni di influenza e di freddo, eliminando rapidamente i sintomi più fastidiosi. Come antiossidante, elimina i radicali liberi, migliorando così l’immunità naturale, contribuisce anche alla regolazione della digestione, base della lotta contro il sovrappeso, cura l’acne, calma e migliora l’umore;
  • il violetto tricolore, meglio conosciuto come viole del pensiero, usato anche in raffreddori, stati febbrili e sub-febrili e influenza. I suoi ingredienti intensificano l’azione dell’acido ascorbico, facilitano l’espettorazione, aumentano la secrezione di muco e aiutano a pulire a fondo i bronchi infetti.

Fonti:

  • https://www.healthline.com/health/cold-flu/how-to-get-rid-of-a-cold-fast
  • https://www.healthline.com/health/cold-flu/how-long-does-a-cold-last
  • https://www.healthline.com/health/life-cycle-of-the-common-cold